Mediterraneo |4

9 settembre 2007

Mare Adriatico

Mare Adriatico

Nelle notti di nebbia, quando non è possibile vedere i lampi dei fari, il nautofono segnala la posizione dei porti: un suono vicario indica ciò che la vista non può percepire, consentendo l’orientamento ai naviganti. La sua voce ristabilisce un rapporto tra corpi galleggianti e corpi stanziali, alleviando quel senso di vuoto che si prova per mare, in certe condizioni climatiche, quando l’aria e l’acqua diventano una sola sostanza. Coi suoi sibili, che sembrano gemiti primitivi, il nautofono si fa memoria sonora di un luogo. © Graziano Spinosi

.
post-shadow

This site is protected by wp-copyrightpro.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: