Bava di vento

1 ottobre 2004

BAVA·DI·VENTO

C’è un vecchio secchio nel giardino di casa, sempre colmo d’acqua piovana. Solo il tempo si occupa di lui. La sua superficie mostra i resti di una vita operosa, alcune macchie rosse affiorano tra le crepe della ruggine. Il suo orlo è una bocca guasta, ma il vento, qualche volta, increspa la sua piccola pozza e allora sembra contento. © Graziano Spinosi

.
Accadeva come dopo certi sogni. Un amore perduto o un altro ritenuto impossibile o funesto appaiono. Oppure si tratta dell’immagine di persona estranea che d’un tratto, nel sogno, si scioglie in gesti e parole che la fanno amare. Non che al risveglio si corra in cerca di lei o che qualcosa muti, della vita, per questo, ma dal sogno un’acuta dolcezza si prolunga nel giorno e di essa si è vivi. Vittorio Sereni · Frammenti di una sconfitta

.
post-shadow_thumb[2]

This site is protected by wp-copyrightpro.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: